Chi mi ha fatto capire come si possa sentire un fibromialgico

Pubblicato il

Sono anni che mi occupo di fibromialgia e tante persone mi chiedono:

” Chi ti ha fatto capire per la prima volta come possa sentirsi una persona che vive questa condizione?”

 

Molti si aspettano che io risponda il dr tal dei tali o il luminare di turno…
No niente di tutto questo!
In fondo la persona che mi ha fatto capire tutto ciò è la persona PIÙ INVISIBILE DI QUESTA SOCIETÀ ed è per questo che oggi ho deciso di scriverle una particolare lettera di ringraziamento.

” Ciao mitico Antonio!
quanto tempo è passato dal nostro primo incontro.
Ero stato appena assunto dai servizi sociali e lì ho avuto la fortuna e l’onore di conoscere il mio VERO E UNICO MAESTRO.
Tu eri lì a scuola su quella carrozzina rossa, in fondo la tua ferrari speciale.

Mi sentivo impacciato non all’altezza di saperla guidare, non sapevo come posizionare le tue braccia, le tue gambe, la tua testa e il tuo busto nella posizione migliore, tutto era nuovo per me.

L’unico canale di comunicazione erano i tuoi meravigliosi occhi.
Attraverso quelli mi istruivi, mi davi indicazioni, mi insegnavi man a mano cosa e come fare…

All’inizio non capivo il tuo linguaggio ma tu hai avuto pazienza con me.
In quegli occhi ho capito che si nascondeva dentro qualcosa di molto più profondo: la tua ANIMA INTRAPPOLATA IN QUEL CORPO, INGABBIATA E INCATENATA SUI MILLE LACCI DELLA TUA FERRARI.

Ho iniziato ad entrare in sintonia con te, a conoscerti e a capirti.
Lì ho preso coscienza che mi trovavo di fronte ad un GRANDE MAESTRO DI VITA, consapevole dell’intrappolamento del suo corpo e della sua diversità.

Nonostante questo i tuoi occhi brillavano e con il tempo abbiamo iniziato a parlare di tutto, un linguaggio tutto nostro, speciale, attraverso l’unica porta di ingresso che da accesso all’anima di ogni persona, semplicemente gli occhi.

Con te ho affrontato i discorsi più alti e più nobili di filosofia e psicologia.

Io davo la mia opinione riguardo certi aspetti e tu esprimevi il tuo accordo o disaccordo per poi portarmi a far capire la tua visione di vita e del mondo con grande personalità.

Ti ricordi al mare quando prendevo il pallone? …a te piaceva tantissimo il calcio.
L’unico movimento che riuscivi a fare era un minimo accenno del tuo piede destro e io, palleggiando, cercavo proprio di lanciarti la palla lì su quel piede e piano piano, quasi magicamente, abbiamo iniziato a fraseggiare con lo stupore di tutti i passanti.
Eri felicissimo perché in quel fraseggio c’era tutto il tuo riscatto un po’ come a dire:
” ora vi faccio vedere io quello che riesco a fare!”

È passato tanto tempo dai quei giorni ma il tuo insegnamento è rimasto indelebilmente impresso nella mia mente e nel mio cuore.

Grazie a te ho capito come si possa sentire una persona IMPRIGIONATA NEL SUO CORPO.

Grazie a te ho capito come leggere l’anima attraverso gli occhi, andando al di là del riflesso di un corpo che grida dolore e che nasconde dentro di sé un fiore sensibile che vuole solo essere difeso e protetto.
Grazie a te, maestro, perché mi hai insegnato a guardare oltre, a non rimanere in superficie.

Grazie perché i tuoi insegnamenti mi hanno fatto capire come possa sentirsi una persona che vive con la fibromialgia.”

In questa lettera, nonostante sia dedicata ad un ragazzo tetraplegico, ho avuto modo di comprendere il vissuto emotivo di chi si trova a vivere rinchiuso dentro un corpo che non percepisce più suo e come, attraverso il linguaggio degli occhi, ci si possa sintonizzare con la vera anima della persona.

Allo stesso modo, la persona con fibromialgia, è costretta a vivere in un corpo che non riconosce più, dolorante e pesante da sopportare, sia a livello fisico che a livello mentale

È davvero un vivere difficile.

Ma dietro quel corpo, ho compreso, che si cela una persona sensibile, generosa, altruista.
Questo l’ho capito andando oltre, guardando attraverso la finestra della sua anima, attraverso quella porta di ingresso che conduce alla parte più autentica di sé: i suoi occhi.

Dott. Roberto Re
Psicologo Clinico
Esperto in Ipnoterapia, Auricoloterapia e Psicosomatica

Categories: Fibromialgia

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file chiamati (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.
Abilitando i cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy