Esercizio per aiutarti a prendere Sonno

Pubblicato il

LEGGILA E POI PROVA A VISUALIZZARE LA SCENA NELLA TUA MENTE.

  1. Voglio che visualizzi nell’occhio della tua mente una bellissima e tranquilla scena di un lago in montagna.
    Il paesaggio si rispecchia in un bellissimo lago cristallino… la sua superficie è piatta come il vetro.
    Un pittoresco Chalet si affaccia al lago.
    Sul tetto dello Chalet, affacciato sul lago, si erge un piccolo e vecchio camino fatto di pietra, dal quale si leva una sottile striscia di fumo.
    I vecchi grandi tronchi con i quali è fatto lo Chalet, sono un invito per te, un viaggiatore stanco, per fare un riposo tranquillo nella baita di montagna.
  2. Adesso hai visualizzato l’esterno di questa magnifica baita di montagna, voglio che cammini su verso la porta e dopo averla aperta, ti troverai in una stanza grande e confortevole con travi di legno massiccio di pino che attraversano il soffitto fatto ad arco ed un caminetto circondato da comodi cuscini.
    Il proprietario della baita, da dietro il banco, ti fa un sorriso pieno di ospitalità e ti informa che la stanza è già stata prenotata per te.
    Firmi il registro e il proprietario ti dà la chiave, indicandoti, che la stanza si trova al secondo piano, seconda porta a sinistra.
  3. Stanco e sfinito dalla fatica fisica e dal lungo viaggio sali per le scale consumate dal tempo.
    Camminando giù per il corridoio trovi la seconda porta a sinistra, inserisci la chiave, apri la porta ed entri dentro. Chiudi la porta dietro di te e metti la chiave sul comodino alla destra.
    La tua attenzione si sposta immediatamente sul letto, grande e confortevole, con lenzuola bianche e pulite e un piumone vecchio stile.
  4. Apri la porta scorrevole che si trova di fronte a te  e che porta su un balcone con la vista sul lago.
    Esci sul balcone.
    Puoi notare che da una parte del balcone ci sono 3 pietre grandi.
    Diventi molto curioso per la presenza delle pietre e sviluppi un’incontrollabile urgenza di gettare le tre pietre nel lago. Raccogli la prima pietra ma ti stanca moltissimo.
    CONTA FINO A CINQUE E AL CONTEGGIO DI CINQUE getterai la pietra nel lago.
    Uno…Due…Tre…Quattro…Cinque…. e VIA se n’è andata nel vuoto e poi nel lago …SPLASH.
  5. Quando la pietra colpisce l’acqua, delle onde cominciano a muoversi dal punto d’impatto fino alla riva del lago.
    E mentre guardi le onde, diventi molto assonnato e sonnolento.
    Anche se sei molto stanco, al conteggio di tre lancia la seconda pietra nel lago.
    UNOOOOO, DUEEEEE, TREEEEE e se ne va… SPLASH.
  6. Adesso sei così assonnato e sonnolento che non riesci a restare sveglio e non importa quanto tu ci provi.
    Le onde si formano ancora e tu scivoli sempre più in un naturale sonno profondo.
    Rimane ancora una terza pietra da lanciare nel lago e allora, con l’ultimo sforzo sovra umano con tutte e due le mani, alzi l’ultima pietra e la butti subito nel lago….eccola che va…splash.
  7. Cadi sul letto ad occhi chiusi e non sei più capace di rialzarti, ogni muscolo del tuo corpo si rilassa, i tuoi indumenti sembrano di piombo e, prima che le onde generate dalla caduta nel lago dell’ultima pietra, raggiungeranno la riva, sarai profondamente addormentato.

Utilizza questa tecnica mentale a casa ogni notte.
Sdraiati sulla schiena, completamente rilassato, libero da stimoli esterni e concentrato sullo chalet di montagna, il letto, le pietre, le onde nel lago…
fino a quando non scivolerai in un sonno naturale.

 

Dott. Roberto Re
Psicologo Clinico
Esperto in Ipnoterapia, Auricoloterapia e Psicosomatica

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file chiamati (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.
Abilitando i cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy