Vivere accanto a una persona depressa… come comportarsi?

Pubblicato il

Non è facile vivere accanto a una persona tendenzialmente depressa.
Non lo si augura neanche al peggior nemico.

Da un punto di vista psicologico chi tende alla depressione è molto arrabbiato con il genitore di sesso opposto.
Nel caso di un rapporto coniugale, ad esempio il marito potrebbe non aver completato, superato ed elaborato la sua relazione con la madre, dalla quale è stato profondamente deluso.
È in collera con lei per qualcosa e il suo modo per punirla è proiettare queste dinamiche all’interno della relazione con la propria partner.
Dal momento che non può punire sua madre trasferisce sulla moglie i propri sentimenti;
la ragione quindi per cui è difficile vivere con una persona tendenzialmente depressa è che vuole far soffrire inconsciamente il sesso opposto.

Come dovrebbe comportarsi e quali domande dovrebbe porsi chi vive accanto a una persona depressa?

Senza avere la pretesa di dispensare soluzioni magiche un primo consiglio potrebbe essere quello di iniziare a guardarsi dentro;
nel caso ad esempio di una donna che vive una situazione di questo tipo:

quanto è intenso il mio amore per quest’uomo?
Qual’è la mia soglia di tolleranza?
Quali i miei limiti?
Fino a dove posso spingermi senza autodistruggermi?

…se la persona riesce a vivere questa situazione con un certo distacco, può rendersi conto che l’altro in fondo (la persona depressa per intenderci) trasferisce su di noi il grande amore che ha avuto per uno dei suoi genitori, da cui è stato poi profondamente deluso.

 

Gli individui che attraversano una fase depressiva profonda, di solito non vogliono essere aiutati;

è alquanto frustrante e spossante cercare di aiutare una persona che, davanti al nostro tentativo, si chiude.
Queste persone possono addirittura credere che siano gli altri a mancare di correttezza nei loro confronti.

Se la persona ha un atteggiamento di questo tipo è importante rispettare semplicemente il suo desiderio di tirarsene fuori da solo.

Il familiare che vive accanto alla persona depressa è importante che riconosca e comunichi, all’interno della relazione, quelli che sono i propri limiti e fino a che punto è disposto a reggere la situazione: è una questione di sopravvivenza e di amore per se stessi.


Dott. Roberto Re

Psicologo Clinico
Esperto in Ipnoterapia, Auricoloterapia e Psicosomatica

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file chiamati (cookie) sul tuo dispositivo.
I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione.
Abilitando i cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy